Vai al contenuto

Il Lago Bullicante Ex-Snia è a rischio

  • di

Riceviamo e pubblichiamo

Comunicato stampa del Forum Parco delle Energie

Questa mattina il Forum del Parco delle Energie, in presidio presso la sede della Giunta della Regione Lazio insieme ai rappresentanti di diverse organizzazioni delle lotte ambientali, abitanti e realtà territoriali, ha inviato una delegazione ad incontrare il Dr Baldini, in rappresentanza della Presidenza, la responsabile della segreteria dell’assessora Lombardi e per la Direzione Ambiente, il dr. Montero alla presenza dei consiglieri Bonafoni e Cacciatore.

Pur confermando la volontà del Presidente Zingaretti di concludere positivamente il procedimento di allargamento del Monumento Naturale, il capo segreteria Baldini ha affermato la necessità di svolgere ulteriori approfondimenti dell’istruttoria ricorrendo ad una valutazione dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) come indicato dalla Direzione Ambiente a seguito delle contestazioni opposte dal proprietario dell’area in oggetto.

I rappresentanti del Forum hanno contestato questo ulteriore aggravio di istruttoria sia nel metodo in quanto le osservazioni presentate dalla Società Ponente ’78 s.r.l sono giunte oltre il limite di 30 giorni previsto dalla normativa regionale, sia nel merito in quanto le argomentazioni contrarie all’ampliamento del Monumento Naturale erano già state confutate dall’ISPRA nel dicembre 2021. Oltretutto non sono assolutamente dati i tempi di risposta ed elaborazione di questo parere, che tra l’altro esiste già.

La segreteria del Presidente Zingaretti ha proposto di tenere aperto il tavolo con i rappresentati del Forum e i consiglieri Cacciatore e Bonafoni fino al il 4 novembre, data delle dimissioni di Zingaretti.

Il Forum sostiene che l’ulteriore rinvio della firma, a pochi giorni dalla conclusione della legislatura, sia un atto improprio e irresponsabile che pone in serio pericolo la conclusione dell’iter dell’ampliamento del Monumento Naturale e per questo invita la cittadinanza a continuare la mobilitazione sul territorio e lancia un nuovo presidio mercoledì 3 novembre, alle ore 14, presso la sede della Pisana, per portare definitivamente il Presidente Zingaretti a mantenere l’impegno preso con la città di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *